Essere bravi a sembrare bravi

Ho visto gente ostentare tanta di quella cultura, che sotto ai loro occhi vedevi solo borse di studio. E’ la gente brava a sembrare brava. E’ quella che in Italia va avanti e ha successo.

Esistono 4 categorie di persone:
Quelli che sono bravi e che sembrano bravi;
Quelli  che non sono bravi ma sono bravi a sembrare bravi, quindi comunque sono bravi;
Quelli che sono bravi ma che non sembrano bravi;
Quelli che non sono bravi  e che non sembrano bravi.

Quelli bravi che sembrano bravi, sono quelli che sono bravi nella loro professione e che sanno anche vendersi bene. Nessuna truffa quindi! Presentano e vendono con maestria un prodotto che vale!
Quelli che non sono bravi ma sono bravi a sembrare bravi, invece, sono quelli che vendono fumo. Qui la truffa c’è, ma non è detto che venga mai scoperta! La gente, lo sappiamo, si lascia confondere dalla forma. Questi individui sono bravi ad assumere la forma dei bravi! Sono dei bravi simulatori. Non tutti (nessuno!) vanno a guardare cosa c’è dentro a quella forma. Se hai assunto la forma e le sembianze di uno bravo sembri davvero bravo, e questo basta! Basta ad avere successo!
Queste prime due categorie avranno successo nella vita, le altre due no.

Nessuno ha voglia di perdere del tempo per scoprire se uno che sembra bravo sia davvero bravo. Chi se ne frega? L’importante è che ne abbia l’aria, l’aspetto, il portamento, i modi di fare, di parlare, di gesticolare. E poi, diciamolo, uno che non essendo bravo riesce a sembrarlo, è uno davvero bravo! Non è mica facile! Io non ci riesco. Non riesco a sembrare brava, dico. Lasciamo perdere se io lo sia o meno, la cosa fondamentale è che io non so sembrarlo. Non ho questa capacità. Perché ho uno schifosissimo senso dell’onestà, una forte autocritica e una sobrietà nei comportamenti che mi fa restare sempre un passo indietro. Mannaggia a me!

Quelli che sembrano bravi, di solito insegnano. Tutti! Sia i bravi reali che quelli simulati. Di più quelli simulati.
Tutti pensano che se uno insegna deve essere bravo. Per forza! Se uno insegna è perché ha qualcosa da insegnare agli altri. Se uno ha qualcosa da insegnare agli altri, vuol dire che ne sa più degli altri. Quindi è bravo. E’ matematica, signori!

Da queste “scuole” tenute da insegnanti che non sono bravi ma che sembrano bravi, a loro volta, usciranno individui che non saranno bravi, ma una cosa l’avranno imparata: a sembrare bravi! E si metteranno, ovviamente, anche loro ad insegnare!

Quello che mi chiedo è: quando tutti si metteranno ad insegnare e non rimarrà più nessuno a cui insegnare… a chi insegneranno?…

 

Informazioni su virginiaalba

Attrice di teatro. Autrice di testi teatrali. Regista. Speaker - Italian Voiceover
Questa voce è stata pubblicata in discorsi seri, erutti del cervello e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...